domenica, novembre 12, 2006

Antidepressivi nei Bambini e negli Adolescenti portano al suicidio

In seguito all'articolo del 9/11/2006: Ue: psicofarmaci anche ai bambini
Leggete questo articolo del 27.04.05 è disponibile su
WWW.LALEVA.ORG
(LA DOMANDA SORGE SPONTANEA: COME MAI L'EMEA A 1 ANNO E MEZZO DI DISTANZA ABBIA DATO VIA LIBERA ALLA SOMMINISTRAZIONE DI QUESTE SOSTANZE ABBASSANDO IL LIMITE PER L'UTILIZZO DA 18 A 8 ANNI?)

Tratto da laleva.org:

EMEA - Agenzia Europea per i Medicinali - AIFA - Agenzia Italiana per il Farmaco

Comunicati del 25 Aprile 2005

Antidepressivi nei Bambini e Negli Adolescenti
Il 21 Aprile 2005 l'EMEA ha Concluso la Valutazione sull'Utilizzo nei Bambini e Negli Adolescenti degli Antidepressivi Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina (SSRI) e Inibitori della Ricaptazione della Serotonina-Norepinefrina (SNRI).
La Rivalutazione Riguarda le Specialita' Medicinali Autorizzate in Italia, Contenenti i Seguenti Principi Attivi:
- Citalopram
- Duloxetina
- Escitalopram
- Fluoxetina
- Fluvoxamina
- Mianserina
- Mirtazapina
- Paroxetina
- Reboxetina
- Sertralina
- Venlafaxina


E' Stato Concluso che il Comportamento Correlato al Suicidio (Tentativo di Suicidio e Ideazione Suicidaria) e l'Ostilita' (Prevalentemente Comportamento Aggressivo, Comportamento Oppositivo e Rabbia) Sono Stati Osservati nelle Sperimentazioni Cliniche piu' Frequentemente in Bambini e Adolescenti Trattati con Tali Antidepressivi, Rispetto a Quelli che Avevano Ricevuto il Placebo.
Pertanto Tali Medicinali NON Devono Essere Utilizzati nei Bambini e Negli Adolescenti, Tranne che per le Indicazioni Espressamente Approvate in Tali Fasce di Eta'.

Per scaricare il documento ufficiale in italiano ed inglese clikkate qui: www.giofil.it/protected/circopdf/anem00.pdf

Etichette: , ,