martedì, agosto 28, 2007

Convegno a Firenze - Personalita' giuridiche e sociali a confronto

Si è svolto ieri, presso la Sala Presidenziale della Stazione Santa Maria Novella di Firenze, il convegno dal titolo "Psichiatria, psicologia e Diritti Umani: aspetti giuridici e sociali".

Tra i partecipanti al convegno: l'On. Francesco Lucchese, Deputato e membro della Commissione Affari Sociali della Camera; il Prof. Saverio Fortunato Specialista in Criminologia Clinica, Docente d'Indagine e Semeiotica del Linguaggio al Corso di Laurea Scienze dell'Investigazione Università di L'Aquila; la scrittrice Nunzia Manicardi che ha presentato il suo ultimo romanzo "Casi da Pazzi", caso editoriale del momento, che ripercorre le scelte e le battaglie dell'Avv. Miraglia (presente al convegno) nella tutela dei diritti umani in psichiatria; il Sig. Vincenzo Spavone rappresentante dell'Associazione Genitori Separati dai Figli ed il dott. Giorgio Antonucci noto per aver dimostrato che ci si può prendere cura di persone con problemi mentali senza l’uso di camicie di forza reali o chimiche.

Durante il convegno, è stata ribadita l'inesistenza di basi scientifiche delle teorie psichiatriche e psicologiche.

Ciononostante, si è sottolineato, queste discipline pretendono di essere in grado di poter valutare il comportamento umano nei campi legali, famigliari ed educativi che portano a drammatiche violazioni dei Diritti. Le perizie di psicologi e di assistenti sociali, sono responsabili dell'allontanamento di quasi 40.000 bambini dalle famiglie italiane, come ha detto il Presidente Spavone della GESEF, i quali vengono collocati in case famiglie che costano alla comunità svariati miliardi di euro senza contare il dramma e il dolore causato ai genitori e soprattutto ai bambini. Le stesse fallaci teorie sono alla base dei test psicologici che vengono somministrati in un enorme numero di scuole italiane con cui vengono etichettati come malati mentali migliaia di bambini che giustificano la prescrizione di psicofarmaci.

L'On. Lucchese, come medico, nonno e politico, ha espresso grande preoccupazione per questa cultura psichiatrica, informando i convenuti che il convegno psichiatrico ESCAP sta chiedendo alle istituzioni di attivare urgentemente procedure per fare screening di massa sui bambini da zero fino a due anni con lo scopo di individuare precocemente situazioni a rischio di disturbi mentali. Ha letto due delle domande del test usato nelle scuole per l'ADHD: "spesso chiacchiera troppo?", "spesso spiattella le risposte prima che abbiate finito di fare la domanda?". Ha detto che l'On. Casini si comporta sempre così e meno male che non è stato trattato quando era piccolo dato che ora non avremmo un grande politico. Ha ricordato come l'assenza di basi scientifiche nelle perizie che portano all'allontanamento dei bambini dalle famiglie sono le stesse che sostengono le diagnosi.

Dal 13° Congresso Internazionale della Società Europea di Psichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza (ESCAP), riunito in questi giorni a Firenze, il Dott. Ernesto Caffo ha dichiarato che circa un milione di bambini sono a rischio di malattie mentali.

I bambini rappresentano per l'industria psichiatrica e farmaceutica un mercato dal valore economico enorme. Per questa ragione, l'On. Lucchese, ha ufficialmente annunciato la presentazione di un disegno di legge per risolvere questo problema e contrastare l'avanzare di questa cultura psichiatrica.

Sia il Prof. Fortunato, specialista in criminologia e docente all'Università dell'Aquila, sia l'Avv. Miraglia del Foro di Modena, hanno espresso preoccupazione per il dilagare di periti e professionisti con lauree "fast food" che causano danni enormi nelle aule dei tribunali e la speranza di un ritorno a figure professionali preparate con la grande cultura della criminologia clinica italiana.

Da segnalare che, fino al giorno 29 agosto, sarà ancora possibile visitare la mostra: "Psichiatria-un viaggio senza ritorno" presente a Firenze, nello stesso palazzo del convegno .

Etichette: , ,

lunedì, agosto 27, 2007

MANIFESTAZIONE PER DIRE "NO AGLI PSICOFARMACI AI BAMBINI"


FIRENZE 27 agosto 2007 – Un migliaio di rappresentanti del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus, del Movimento Umanista di Firenze e dell’associazione "Genitori separati dai figli", si sono dati appuntamento ieri in Piazza Indipendenza ed hanno marciato per le strade di Firenze per protestare contro le false etichettature e l’uso ed abuso di psicofarmaci nei bambini.

L’evento, è stato organizzato in occasione del 13° Congresso Internazionale della Società Europea di Psichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza (ESCAP), riunito in questi giorni a Firenze per promuovere e stabilire come individuare, etichettare e mettere sotto trattamento migliaia di bambini che, in base a pseudoscientifiche tesi, con i loro comportamenti dimostrerebbero di essere malati mentali.

In Italia sono stati recentemente censiti ben 82 centri clinici, per la diagnosi del DDAI (Disturbo del Deficit di Attenzione e Iperattività - ADHD) e autorizzati alla somministrazione di psicofarmaci.

Questo "disturbo" è inserito nel libro psichiatrico più autoritario dei giorni nostri: il Manuale Diagnostico Statistico delle malattie mentali (DSM I-V) che, a prescindere dall’altisonante titolo, non è nient’altro che un elenco di disturbi votati per alzata di mano. Un metodo sicuramente molto democratico ma per niente scientifico.

La psichiatria, senza solide basi scientifiche, sta medicalizzando il comportamento dei bambini, sostituendosi alla famiglia e agli educatori, impedendo di risolvere i reali problemi con false diagnosi e trattamenti estremamente pericolosi, sia dal punto di vista fisico che mentale, per il futuro del bambino.

Il Vice presidente del CCDU Massimo Parrino ha detto: "Bisogna rendersi conto che etichettando il bambino come malato mentale si viola il suo Diritto Fondamentale alla vita. Il suo diritto di sperimentare, crescere e sviluppare il suo pensiero responsabile nei confronti della società stessa. Con questa etichetta mentale insegniamo ai bambini che il loro comportamento deriva dalla ‘malattia’ e li rendiamo irresponsabili e incapaci di reagire alle loro difficoltà dato che l’etichetta li giustifica. Che cosa insegneremo ai nostri bambini: una pillola, ora e nel futuro, risolve e risolverà il tuo problema di comportamento. Questa è la vera violazione dei loro Diritti Fondamentali."

Da segnalare la presenza del dott. Giorgio Antonucci, noto per aver dimostrato che ci si può prendere cura di persone con problemi mentali senza l’uso di camicie di forza reali o chimiche.

Il Dott. Antonucci è intervenuto durante la marcia per sottolineare che: "Un medico dovrebbe curare una persona. La psichiatria invece, con le sue pratiche quali castrazione, lobotomia, elettroshock, torture e psicofarmaci, danneggia la salute delle persone violando il loro diritto ad avere un libero pensiero".

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi che per i propri figli, ma richiedere accurate analisi mediche.

Se ritieni di aver subito danni a causa di diagnosi o trattamenti psichiatrici puoi metterti in contatto con il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus.

Per informazioni:
Tel.: 02 36510685
Email: linea.stampa@ccdu.org
Sito http://www.ccdu.org/

Etichette: , ,

VIDEO MANIFESTAZIONE FIRENZE

domenica, agosto 26, 2007

PSICHIATRIA, PSICOLOGIA E DIRITTI UMANI: ASPETTI GIURIDICI E SOCIALI

Lunedì 27 Agosto 2007 alle ore 17
presso la Sala Presidenziale della Stazione Santa Maria Novella, si svolgerà un convegno/tavola rotonda dal titolo “Psichiatria, Psicologia e Diritti Umani: aspetti giuridici e sociali”.

Il convegno con ingresso libero ed i cui promotori sono: il CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), il CSI (Periti e Consulenti Forensi – Firenze) e l’Associazione GESEF (Genitori Separati dai Figli), si propone di trattare le problematiche riguardanti le violazioni di diritti umani in ambito psichiatrico e psicologico, in special modo nello svolgimento delle attività processuali. Interverranno i seguenti relatori:

On. Francesco Lucchese, Deputato e membro della Commissione Affari Sociali della Camera;

il Prof. Saverio Fortunato Specialista in Criminologia Clinica, Docente d'Indagine e Semeiotica del Linguaggio al Corso di Laurea Scienze dell'Investigazione Università di L'Aquila;

l’Avv. Francesco Miraglia, la scrittrice Nunzia Manicardi che presenterà il suo ultimo romanzo di “Casi da Pazzi”, caso editoriale del momento, che ripercorre le scelte e le battaglie dell’Avv. Miraglia nella tutela dei diritti umani in psichiatria;

Il Sig. Vincenzo Spavone dell’Associazione Genitori Separati dai Figli

Moderatrice Dott.ssa Grazia Gatto laureata in Scienze Giuridiche e Criminologiche.

L’iniziativa ben si integra con la mostra storico-informativa intitolata: Un viaggio senza ritorno, storia degli errori e orrori psichiatrici organizzata dal Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU), ente internazionale per la tutela dei diritti umani nel campo della salute mentale.

Il materiale esposto è costituito da pannelli sinottici con documentazioni video e audio inedite sulle atrocità commesse nell’ambito della psichiatria istituzionale dagli albori ai giorni nostri, mettendo così in luce gli “orrori ed errori” della pratica psichiatrica, ponendoli a confronto con la tutela ed il rispetto dei diritti e della dignità dell’essere umano.

La mostra è stata inaugurata il 20 agosto presso la Sala Presidenziale della Stazione Santa Maria Novella e rimarrà aperta al pubblico fino al 30 agosto tutti i giorni dalla ore 9,30 alle ore 21 e la domenica dalle ore 11 alle ore 19 con ingresso libero.

Per informazioni:
Comitato promotore
Tel 02 36510685
E-mail linea.stampa@ccdu.org
Sito: http://www.ccdu.org/

Etichette: , ,

A RISCHIO PSICOFARMACI OLTRE UN MILIONE DI BAMBINI ITALIANI

Corteo di protesta organizzato dal Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) organizza un corteo di protesta contro il 13° Congresso Internazionale della Società Europea di Psichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza (ESCAP) in programma a Firenze dal 25 al 29 agosto. Domenica 26 agosto con appuntamento alle 10.45 alla Stazione Santa Maria Novella, migliaia di cittadini provenienti da tutta Italia scenderanno in piazza per manifestare contro gli obiettivi di un'organizzazione che affonda le sue radici nel nazismo tedesco.

Dopo aver abusato del sistema scolastico italiano, teatro di ricerche epidemiologiche svolte facendo compilare ai ragazzi di scuole elementari e medie test pseudoscientifici e all'insaputa dei genitori (il Garante per la Privacy è invitato ad intervenire), al congresso dell'ESCAP si annunciano gli esiti della ricerca, il già contestato progetto Prisma, dichiarando spudoratamente che il 9,1% del campione (ossia dei nostri figli) soddisfa i criteri per un disturbo psichico secondo la classificazione del DSM-IV (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali), disturbi la cui reale esistenza non è mai stata dimostrata.

"Si vogliono in realtà creare i presupposti per sottoporre a cure psichiatriche farmacologiche il 10% dei bambini italiani, quasi un milione di ragazzi compresi tra i 10 ed i 14 anni, un'operazione che porterà decine di milioni di euro nelle tasche delle industrie farmaceutiche e della psichiatria italiana" ha detto Lina (.... ) del CCDU di Firenze, "altro che benessere giovanile!".

Eppure l'utilizzo di questi metodi non deve stupire se si tiene conto che uno dei padri fondatori dell'ESCAP è stato lo psichiatra Werner Villinger, membro della società criminale-biologica della Germania, uno tra i fautori più attivi dell'applicazione della Legge di sterilizzazione, consulente del famigerato T4, programma di eutanasia nella Germania nazista. Già braccio destro di Reese, il padre dell'eugenetica, le specialità di Villinger includevano la delinquenza, i bambini e le terapie giovanili di gruppo.

Al fianco del CCDU Onlus, gruppo di riforma sociale che si ispira al Citizien Committee for Human Right, organizzazione internazionale statunitense fondata nel 1969 dal Prof. Thomas Szazs e dalla Chiesa di Scientology , scenderà in piazza anche l'associazione "Genitori separati dai figli".

Per informazioni:

Halina Walczyk 334-8086417 Incaricata CCDU di Firenze ccdu.firenze@tin.it
Massimo Parrino Vice presidente CCDU onlus 392-8460139

Email linea.stampa@ccdu.org

Sito www.ccdu.org

Etichette: , ,

CORTEO DI PROTESTA NAZIONALE - Firenze, 26 agosto 2007 ore 10,45


Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus
in collaborazione con tutti i gruppi del CCDU italiani organizza a

FIRENZE il 26 AGOSTO 2007
un
CORTEO DI PROTESTA E DI INFORMAZIONE
CONTRO GLI ABUSI DI PSICOFARMACI E LE "FALSE DIAGNOSI" SUI BAMBINI
La psichiatria si riunisce per un convegno considerato il più importante d'Europa per promuovere e stabilire come individuare, etichettare e mettere sotto trattamento migliaia di bambini che, secondo loro, con i loro comportamenti dimostrano di essere malati mentali.
N O I S A R E M O L Ì !!!
APPUNTAMENTO ALLE 10,45
ALLA STAZIONE DI FIRENZE - SANTA MARIA NOVELLA
TUTTI SONO INVITATI A PARTECIPARE
Per informazioni:

Etichette: , ,