sabato, novembre 17, 2007

Denuncio mobbing: internato in psichiatria

05/11/2007 - E' stato internato nel reparto di psichiatria di Pontedera per tre settimane con un trattamento sanitario obbligatorio dopo aver ripetutamente segnalato e denunciato per mobbing colleghi e dirigenti dell'ospedale di Lucca.

Protagonista suo malgrado, Siamak Brahmandpour, cittadino italiano ma iraniano di nascita, microbiologo presso i laboratori dell'ospedale, che oggi ha raccontato il suo inferno, aiutato anche dal consigliere regionale di Alleanza Federalista, Virgilio Luvisotti. Tutto ha inizio nel 2000 quando Brahmandpour inizia a lavorare nell'ospedale Campo di Marte. Fin da subito hanno inizio divergenze d'opinione e problemi e scattano le prime denunce e le prime richieste di chiarimenti fino al 24 agosto di quest'anno quando il biologo viene prelevato contro la propria volonta' e costretto all'internamento in psichiatria. Vi rimarra' fino al 12 settembre. Intanto pero del caso sono stati investiti gli avvocati che prefigurano i reati di sequestro di persona, falso ideologico e violenza privata. Sottoposto a visite mediche specialistiche accurate, il biologo viene riconosciuto sano. Del presunto mobbing Siamak non ha fornito particolari, ma ha fatto solo riferimento a non accidentali scambi di campioni di sangue da analizzare. Intanto l'Asl di Lucca fa sapere che 'non ritiene opportuno entrare al momento nel merito di un provvedimento che ha riguardato e riguarda la salute di un cittadino che, nel caso specifico, e' anche un proprio dipendente. L'Azienda si riserva naturalmente di fornire ogni chiarimento sulla vicenda nelle opportune sedi istituzionali'.

Fonte: www.toscanatv.com